Una lunga storia

1934

La Canottieri Comunali Firenze, nasce nel 1934, come “Sezione Dopolavoristica di nuoto e canottaggio”, con la costruzione di una piccola baracca, sull’argine sinistro dell’Arno, su terreno comunale, inizialmente messa a disposizione anche dei vigili urbani e dei pompieri.
La nascita della Società è legata all’opera trainante, orgogliosa e appassionata, di Antonio Vegni detto “Tonino”, impiegato comunale, timoniere di barche di successo, proveniente dalla Società Canottieri Libertas (1890-1910) e Società Canottieri Firenze, dove rimase fino al 1934.
Nella nostra società, “Tonino” ricoprì per molti anni il ruolo di direttore sportivo, allenatore e timoniere. Negli anni seguenti la nascita della società, sfruttando il recupero di vecchio materiale edilizio del Comune di Firenze, vennero costruiti spogliatoi, bagni, locali per uffici, una grande terrazza e due scale per l’accesso al fiume.La prima gara ufficiale del Dopolavoro Canottieri Comunali, fu il 29 Maggio 1936, ai Campionati di zona di canottaggio a Massaciuccoli, dove il “4 Jole” si classificò 6° sui 1500 metri.

Da questo momento l’attività agonistica di canottaggio si intensificò con numerosi piazzamenti in gare regionali e nazionali, fino ad arrivare alle vittorie nei “Campionati Italiani”, del 1940-41, dell’equipaggio “2 Jole” di Falciani Roberto e Maoggi Luigi, ambedue vigili urbani. Successivamente furono vinti ancora tre Campionati Italiani, nel 1951, con il “4 Jole da mare” Allievi e “4 con timoniere” Allievi(Bacconi Giovanni, Lenzi Romano, Naldi Carlo, Nocentini Mauro, timoniere Martelli Roberto), e nel 1954, con il “Doppio Canoè” Allievi (Bertaccini Franco, Pennati Umberto).

1950

Nel 1950, proseguendo l’opera di ricostruzione dei danni provocati dalla guerra, una delle due scale di accesso al fiume, venne trasformata in tribune e furono costruite anche altre strutture da cui poi derivarono il teatro estivo “Lido” e il sottostante locale, nel quale venne ricavata la palestra, ancora oggi in uso alla Società.

1963

Nel 1963, parallelamente all’attiità del canottaggio, si sviluppò anche l’attività canoistica, per opera di Ceri Marco, atleta ed allenatore.

1965

Nel 1965, a Milano, Ceri-Lazzeri, vinsero il primo Campionato Italiano di canoa, della Canottieri Comunali Firenze, nella C2 Senior, metri 1000. Da quella data ad oggi sono stati vinti 66 Campionati Italiani di canoa olimpica, in tutte le specialità inoltre, molti atleti che hanno vestito la maglia azzurra nelle gare internazionali più importanti (Olimpiadi, Campionati Mondiali ed Europei).

anni 70

Nei primi anni ’70, all’interno del gruppo dei canoisti, grazie all’opera trainante di Massimo Mori e Alessandro Romano, si sviluppò il settore della canoa fluviale, con scopi agonistici e turistico-ricreativi, che ha portato, negli anni successivi fino ad oggi, alla conquista di 54 Campionati Italiani, con molti atleti in nazionale nei Campionati Mondiali ed Europei.
E’ importante ricordare, infine, che nella classifica mista (Olimpica e Fluviale) per Società, la Canottieri Comunali Firenze giunge ogni anno nei primi 5-6 posti, risultato di grande prestigio, considerando che 4 di queste sono Società Professionistiche.

La Canottieri ai nostri giorni

Attualmente la Canottieri Comunali Firenze è impegnata nei seguenti settori agonistici:
Canoa in linea, di velocità, fondo e maratona. La velocità, (anche detta “Olimpica” perché fino a pochi anni fa, l’unica specialità canoistica rappresentata alle Olimpiadi), comprende le gare dei 200, 500 e 1.000 metri, nelle specialità del Kayak a 1-2-4 sia maschile che femminile, e della canoa canadese a 1-2-4, solo maschile. Il fondo, presente attualmente solo in Italia, consiste in gare sui 5.000 metri, con giri di boa, nelle stesse specialità della velocità. La maratona, è, invece, una gara di almeno 30 Km (almeno 10 o 20 Km, nelle categorie giovanili), nelle specialità del Kayak a 1 e 2 e della canadese a 1 e 2, con tratti detti “trasbordi” nei quali si deve obbligatoriamente scendere dalla canoa;
Canoa fluviale, comprendente la Discesa e lo Slalom. Nella Discesa si deve scendere un tratto di fiume, lungo dai 3 ai 4,5 Km o dai 500 ai 1.000 metri nella gara così detta “Sprint”, nel minor tempo possibile, e nelle specialità del Kayak individuale e a squadre, maschile e femminile e della canadese a 1 o 2 atleti, individuale o a squadre, solo maschile. Lo Slalom, (altra disciplina olimpica), invece, consiste in una gara su due prove, di discesa di un tratto di fiume dai 300 ai 500 metri, con 20-25 passaggi obbligati detti “porte”, nel minor tempo possibile e senza incorrere in penalità rappresentate dal toccare o saltare una porta. Le specialità sono uguali alla discesa;
Canoa-Polo, unico sport di squadra del pianeta canoistico, rappresentato da una specie di pallanuoto giocata in canoa. Le partite, della durata di due tempi di 10′, vengono disputate in campi lunghi 25-50 metri, larghi 15-30 metri, da squadre di 5 giocatori, che realizzano un punto, lanciando la palla in canestri rettangolari, posti a 2 metri dall’acqua.
Vengono, inoltre praticate due caratteristiche specialità come la Canoa Polinesiana e il Dragon Boat.
La Canoa Polinesiana, è una specialità originaria dell’Oceania, costituita da canoe con bilanciere a sinistra, sia singole che a 6 atleti, dove i canoisti pagaiano in posizione a sedere, da ambo i lati, con una pagaia ad una sola pala. Le gare possono essere di velocità, sui 500 e 1.000 metri, di fondo sui 2.000 o 5.000 metri, e di maratona, solo in mare, su distanze dai 10 ai 50 Km.
Il Dragon Boat, è, infine, una specialità proveniente dalla Cina, dove viene praticata da circa 2.000 anni. E’ rappresentata da tipiche imbarcazioni, decorate con “testa” e “coda” di drago, lunghe circa 11 mt, sulle quali pagaiano da un solo lato, 20 canoisti, disposti a coppie messe in fila. Gli equipaggi sono completati da un “tamburino” a prua, che scandisce il tempo su un tamburo, e da un “timoniere”, a poppa, che mantiene la direzione. Le gare sono sui 250, 500 e 1.000 metri, con equipaggi solo maschili (“Open”), misti con almeno 8 donne, e femminili.

I nostri eventi

<< Ago 2017 >>
lmmgvsd
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Firenze Viola Super Sport

Siamo dotati di DAE

Grazie alla donazione dell'Associazione Niccolò Testini la nostra società è dotata di Defibrillatore semiAutomatico Esterno (DAE)

Costanza Bonaccorsi Oro Mondiale 2014 e 2015 – Oro Europeo 2015


Tommaso Freschi oro junior mondiali ed europei k4 2015


Iscriviti alla Newsletter

Sostienici

5x1000-banner

I nostri sponsor

Arcos Building impresa edile fiorentina